9 Maggio 2024

Come (e quando) dimagrire dopo il parto

Il dimagrimento post parto è una fase molto delicata che deve essere gestita con la massima attenzione, sia dalla donna che dal medico che ha in cura la paziente anche dopo i mesi della gravidanza.
dimagrire dopo il parto

Il calo di peso dopo una gravidanza è sempre un momento piuttosto critico per la vita di una donna. Anche perché dimagrire dopo il parto non è facile, anzi: a volte è una vera sfida perdere i chili di troppo. Ovvero quelli che sono stati accumulati durante i mesi di gestazione.

D’altro canto non bisogna colpevolizzarsi: la gravidanza è un momento delicato e l’aumento di peso fisiologico. Bisogna tenere sotto controllo questo parametro perché può portare a conseguenze importanti, ma una volta partorito possiamo iniziare a recuperare – con le dovute cautele – la buona forma fisica. Ma come si dimagrisce dopo il parto? Quanti Kg posso perdere? Ecco qualche indicazione.

Attenzione alle singole esigenze

Al netto della sottrazione del peso placentare del neonato, e del liquido amniotico, si assiste ad una progressiva riduzione dell’utero fino a 3 mesi. Questo comporta un calo fisiologico del peso corporeo che però non è uguale per tutte le donne. Molte variabili entrano in gioco.

Molte donne vogliono sapere quanti chili si perdono dopo il parto. Nessuno può dirlo con esattezza perché dipende dalle caratteristiche fisiche individuali, comunque si calcola il peso del bambino più i liquidi e la placenta. Diciamo intorno ai 6/8 chilogrammi ma è relativo.

Neanche l’aumento del peso non è uguale per tutte le donne. Alcune aumentano di più e partono da una situazione di sovrappeso. L’aumento del peso in gravidanza, oltre a comportare dei rischi (fra i quali il diabete gestazionale), può rendere diffide il calo nel post parto.

Da leggere: è possibile non ingrassare in menopausa e dimagrire dopo i 50 anni?

Perdere peso e allattamento

L’allattamento al seno è un altro fattore che può contribuire al calo dei chili in eccesso e al perdere peso dopo il parto. Chi allatta, infatti, ha un aumentato dispendio energetico. Quindi è possibile iniziare a recuperare la propria forma fisica subito dopo la nascita.

Ma nel caso non sia sufficiente per diminuire il grasso accumulato di troppo, bisogna comunque aspettare la fine dell’allattamento stesso. Almeno se si vuole seguire un regime dietetico ipocalorico per non rischiare di far mancare macronutrienti nel latte materno.

Dieta ed esercizio fisico, stile di vita

Mantenere buone abitudini di vita è essenziale, in questa fase di recupero. Anche se chi allatta non può seguire un regime dietetico rigoroso, si possono fare delle attenzioni a tavola per eliminare grassi saturi, cibi industriali e lavorati, zuccheri raffinati, bevande gassate.

Bere tanto e fare un ottimo consumo di verdura e frutta è la prima regola per un lavoro di dimagrimento post parto. A tutto questo puoi abbinare attività sportiva aerobica con qualche esercizio di forza per rassodare i muscoli. Consulta un nutrizionista per sapere quante calorie assumere e un personal trainer per avere un quadro completo delle attività per perdere peso durante e dopo l’allattamento.

Attenzione ai risvolti psichici

Le variazioni psicologiche possono giocare un ruolo importante per dimagrire dopo il parto, andando dal recupero totale delle situazioni pre-cliniche a quadri più impegnati come la depressione post partum. In queste circostanze non è semplice concentrarsi sulle modificazioni dello stile di vita necessarie a calare di peso dopo il parto, perché lo stress psico-fisico della neo-mamma è notevole.

I cambiamenti ormonali incidono

Un’altra componente non trascurabile nel dimagrire dopo il parto sono i cambiamenti ormonali dopo il parto. Questi, fisiologicamente, inducono una riduzione degli organi che hanno contribuito al parto. Ma ci possono essere anche variazioni non fisiologiche, come alterazioni del quadro tiroideo (ed il post partum da questo punto di vista è un momento topico) che possono ostacolare il fisiologico calo.

Inoltre, il diabete gestazionale può preludere alla persistenza di insulino-resistenza nella fase successiva al parto, condizione associata a sovrappeso e obesità. Così si arriva a questa conclusione: mi impegno, mangio poco, faccio sport ma non riesco a dimagrire dopo il parto.

Se la classica combinazione dieta/attività fisica per dimagrire nel post partum non funziona, e si presentano delle complicazioni ormonali, l’endocrinologo può impostare accertamenti per poi disegnare una strategia idonea la calo di peso dopo la gravidanza.

Condividi questo articolo:
Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp