Ipofisi

Tu sei qui:

Che cos’è l’ipofisi?

L’ipofisi è una ghiandola endocrina, delle dimensioni di un pisello che si trova alla base del cervello. Spesso chiamata ghiandola pituitaria, è una sorta di direttore d’orchestra per l’organismo perché produce ormoni che regolano la funzione di altre ghiandole endocrine.

È formata da una parte anteriore (adenoipofisi) e una posteriore (neuroipofisi), collegate all’ipotalamo, ch gestisce la produzione di ormoni.

Funzioni affidate all'ipofisi

  • Accrescimento.
  • Metabolismo.
  • Sfera genitale.
  • Concentrazione liquidi.
  • Allattamento.
  • Contrazioni uterine durante il parto.
Ipofisi cosa è

L'ipofisi e la tua salute: un dialogo aperto

Se hai sintomi che ti preoccupano o vuoi semplicemente capire il suo ruolo, sono qui per aiutarti.

Insieme, possiamo esplorare le tue preoccupazioni, valutare i sintomi e discutere le possibili opzioni di trattamento.

Gli ormoni gestiti dall’ipofisi

Ogni ormone ha un ritmo circadiano di produzione e secrezione, detto pulsatile. Quelli prodotti dall’ipofisi sono:

  • ACTH: stimola il surrene a produrre cortisolo, che si occupa della pressione sanguigna e dei livelli di zucchero nel sangue.
  • FSH (ormone follicolo-stimolante): stimola i testicoli a produrre spermatozoi e le ovaie a produrre estrogeni.
  • LH (ormone luteinizzante): stimola l’ovulazione nelle donne e la produzione di testosterone negli uomini.
  • GH (ormone della crescita): stimola la crescita e il mantenimento del sistema muscoloscheletrico.
  • PRL (prolattina): stimola la produzione di latte materno dopo il parto.
  • TSH (ormone tireostimolante): stimola la ghiandola tiroidea che regola metabolismo, energia e sistema nervoso.
  • Ossitocina: contribuisce alla progressione del travaglio e al legame madre-figlio.
  • ADH (ormone antidiuretico o vasopressina): regola il bilancio idrico e i livelli di sodio.
Patologie Ipofisi

Le patologie dell’ipofisi

Cosa succede quando l’ipofisi non funziona correttamente?

Il ruolo dell’ipofisi è cruciale, perché gestisce la produzione di ormoni di aree fondamentali nel corpo umano. Se non funziona nel modo corretto, a risentirne può essere l’intero organismo

Esistono patologie dell’ipofisi che derivano da squilibri nella produzione di uno o più ormoni, per eccesso o per difetto.

La maggioranza delle lesioni tumorali dell’ipofisi sono benigne, e si possono distinguere in base alle funzioni e alle dimensioni:

  • Funzionanti: più rari, producono ormoni.
  • Non funzionanti: più comuni, non producono ormoni.
  • Microadenomi: lesioni inferiori al cm
  • Macroadenomi: lesioni superiori al cm.

Quali sono i sintomi dei tumori ipofisari?

Sono molti i sintomi che possono indicare un tumore ipofisario.
Alcuni dei più frequenti sono:

  • mal di testa
  • perdita del campo visivo temporale di ciascun occhio
  • sintomi sistemici (astenia,debolezza muscolare, vertigini, pelle secca, anomalie mestruali/oligo-amenorrea, disfunzione erettile/sterilità, alterazione dell’umore)

Inoltre, è possibile che si presentino sintomi specifici del singolo ormone prodotto in eccesso, da valutare caso per caso.

Come vengono trattati i tumori ipofisari?

I tumori ipofisari vengono trattati con un approccio multidisciplinare che coinvolge endocrinologi, oculisti, neurochirurghi e radioterapisti. Si prevede un rigoroso follow-up clinico, ormonale e strumentale. I modi per agire sono molti, ad esempio attraverso l’uso di:

  • Farmaci, per sostituire o ridurre i livelli di un ormone particolare.
  • Radioterapia (gamma-knife) per ridurre le dimensioni di una lesione.
  • Neurochirurgia transfenoidale, per la rimozione delle lesioni.

L'ipofisi: comprendiamola insieme

Compila il form per un appuntamento: insieme, possiamo analizzare la tua situazione specifica e discutere le opzioni di trattamento più adatte.